#Vetstories: la terza puntata della rubrica dei veterinari Arcaplanet

Vet stories terza puntata

#Vetstories: la terza puntata della rubrica dei veterinari Arcaplanet

Vet Stories, puntata 3: Cani e bambini, come favorire la convivenza? Il cucciolo morde tutto: come lo aiutiamo a smettere?

Oggi è andata in onda la terza puntata delle Vet Stories, su RTL 102.5! La nostra veterinaria ha risposto a una domanda sulla convivenza tra cani e bambini e una sul comportamento di un cucciolo, che morde tutto: guarda il video della diretta!

Qui una sintesi delle risposte:

@Fra ci chiede come possiamo agevolare la relazione tra cane e bambino.

Iniziamo con il ricordare che la relazione con l’animale domestico aiuta i bambini a socializzare e a comunicare, migliora l’attenzione, potenzia le loro capacità espressive, empatiche, affettive e fa sviluppare maggior senso di responsabilità.

Per ottenere quindi una relazione sana da cui poter trarre questi benefici possiamo:

  • Supervisionare i momenti in cui il cane e il bambino interagiscono;
  • Concedere uno spazio esclusivo al pet, a cui il bambino non abbia accesso, per rispettare i suoi momenti di tranquillità e isolamento: è bene lasciare solo il cane quando riposa nella sua cuccia, mangia dalla ciotola o si intrattiene con il suo gioco;
  • Insegnare al bambino ad approcciarsi con dolcezza, senza sollevarlo (se si tratta di un animale piccolo) o cavalcarlo (se si tratta di un animale grande), limitando l’irruenza, l’eccessivo contatto fisico e le urla;
  • Coinvolgere il bambino nelle attività giornaliere con l’animale domestico, preparando il pasto, spazzolandolo, giocandoci.

Tutti consigli sono validi anche per altri pet, come ad esempio i gatti o i conigli.

In questo caso le figure di riferimento sono i medici veterinari responsabili dei programmi di pet therapy oltre ai medici veterinari esperti in comportamento.

Subito dopo, la Dott.ssa Burroni ha dato i suoi preziosi consigli a un’altra petlover, che ci ha scritto che il suo cucciolo morde tutto, e non riesce a farlo smettere.

La Dottoressa Monica è stata rassicurante nello spiegare che la masticazione è un’attività innata, che i cani svolgono quotidianamente dalle prime settimane di vita fino alla vecchiaia. Per i cani masticare genera appagamento, e abbassa i livelli di stress, grazie della produzione di endorfine (gli ormoni del benessere).

Ecco i consigli pratici:

  • Non proponiamogli di giocare con le nostre mani o con altri oggetti diversi dai suoi giochi e snack masticativi; 
  • Armiamoci di pazienza: il cucciolo grazie alla masticazione sperimenta, esplora e apprende molte informazioni dall’ambiente e inoltre allevia il fastidio dovuto al cambio della dentizione;
  • La solitudine e la noia sono fattori stressanti, che lo portano a distruggere oggetti per passare il tempo o sfogare la frustrazione. Cerchiamo di non lasciarlo solo per tante ore e muniamoci di masticativi come passatempi. Evitiamo assolutamente i rimproveri o i castighi se, tornando a casa, troviamo la ciabatta rosicchiata o pipì e popò sparse: si tratta di comportamenti normali nei primi mesi di vita, e i rimproveri sono controproducenti;
  • Per limitare i danni restringiamo il suo spazio ad una stanza quando non siamo in casa.

Anche in questo caso, come sopra, è bene rivolgersi al medico veterinario esperto in comportamento.

 

Cosa aspetti?

Fai la tua domanda ai nostri veterinari! Possono darti utili consigli sul comportamento o alimentazione del tuo pet.

Partecipa a #Vetstories, clicca qui per fare una domanda.

Nessun Commenti

Scrivi Commento