La passeggiata in compagnia

banner_blog_ce_passeggiata

La passeggiata in compagnia

Passeggiare con il cane è una delle attività preferite sia dal padrone che dal nostro amico a quattro zampe. Mentre per noi è l’occasione per mantenerci in forma, per i pet è un modo per socializzare con gli altri cani ed entrare in contatto con la natura.

Il ruolo centrale del guinzaglio 

 

Distratto dai profumi e dagli odori, il cane non sempre ci ascolta e ritorna da noi quando lo chiamiamo; quindi oltre ad addestrarlo al ritorno, anche il guinzaglio, ormai diventato obbligatorio per legge, ha un ruolo centrale.

Fondamentale per avere il cane sempre vicino a noi, può essere usato come un mezzo per comunicare, anche inconsapevolmente, i nostri stati d’animo. Per il nostro amico a quattro zampe, ad esempio, il guinzaglio lento è sinonimo di relax, mentre sa perfettamente che quando lo tendiamo o lo strattoniamo siamo agitati.

Per far vivere al meglio le passeggiate al nostro pet, è importante controllare le nostre reazioni, ma soprattutto scegliere il guinzaglio giusto. Quello sbagliato, ovvero un guinzaglio non adatto alla corporatura del pet, può causare dei problemi di salute o essere fonte di stress.

Proprio per questo motivo esistono modelli diversi in base all’età e al carattere del cane, ma anche alle nostre necessità. Quindi, per rendere il momento della passeggiata un’esperienza divertente, è bene scegliere quello più adatto al nostro pet.

 

Guinzaglio fisso

 

Il guinzaglio fisso è il modello all’apparenza più semplice. Formato da una maniglia e da un moschettone da mettere al collare, in realtà è disponibile in diverse lunghezze per adattarsi alle varie corporature. Mentre il modello S è pensato per i cani di piccola taglia, la versione XL farà sentire sicuri e a proprio agio i pet più grandi.

Anche i materiali vengono scelti per soddisfare le singole esigenze. Nylon, silicone o struttura tubolare a spina di pesce: dobbiamo solo scegliere quello con cui noi e il nostro cane ci sentiamo a nostro agio!

 

Guinzaglio doppia maniglia

 

Il guinzaglio a doppia maniglia ha le stesse caratteristiche di quello fisso ma presenta un’impugnatura in più, vicino al moschettone, che si aggancia al collare. Il modello ci permette di tenere il cane fermo e a bada quando ne incontra un altro.

 

Guinzaglio avvolgibile

 

I cani amano annusare liberamente l’ambiente che li circonda, per lasciargli la giusta autonomia, il guinzaglio avvolgibile può essere un’alternativa a quello fisso. Perfetto per i cani addestrati e che sanno resistere agli stimoli, permette al pet di avere la sua autonomia, ma con la consapevolezza di essere controllato.

Disponibile in lunghezze variabili, ha una portata differente in base alla corporatura del cane. L’impugnatura ergonomica e l’apposito pulsante ci permettono di controllarne facilmente i movimenti. Oltre ad essere funzionale, può diventare un accessorio trendy grazie ai colori vivaci o a simpatici disegni che faranno del vostro pet un cane alla moda che non passa inosservato.

 

Guinzaglio in vita

 

Praticare sport in compagnia del proprio cane per molti padroni è una delle attività più divertenti! Correre, camminare o fare trekking diventa semplice e pratico grazie ai guinzagli in vita. Il modello formato da una cintura che si aggancia in vita, arricchita da tasche in cui mettere l’indispensabile, ci permette di avere le mani libere. Dotati di cintura estensibile, consentono di controllare gli strattoni del cane e camminare in totale sicurezza affiancati dal nostro migliore amico.

 

Guinzaglio addestramento

 

Il parco o le strade cittadine sono pieni di stimoli per i cani, soprattutto quando non sono abituati a stare all’aperto. Quindi per fargli vivere al meglio le uscite, deve essere addestrato. Uno strumento utile è il guinzaglio da addestramento. Dotato di due moschettoni e di diversi anelli regolabili in base alle attività, ci permettono di insegnargli i diversi richiami.

I comandi sono importanti; infatti, come sappiamo, il cane è un animale pieno di energie e riuscire a incanalarle nel modo giusto, senza limitare gli aspetti giocosi del suo carattere, è un compito fondamentale.

A tutti è capitato di portare al parco il nostro amico a quattro zampe, una volta lasciato libero abbiamo fatto fatica ad attirare la sua attenzione e a richiamarlo vicino a noi.

Rumori, odori e la presenza di altri cani, lo portano ad estraniarsi e a non sentire la nostra voce. Quindi, per vivere le uscite come un momento di gioia e di divertimento per entrambi, inizialmente dobbiamo portarlo in aree recintate, per evitare che scappi e imparare a comunicare con lui.

Come? Non c’è niente di meglio del comando verbale per attirare la sua attenzione. Se poi il nostro atteggiamento sarà allegro e positivo, il cane verrà più volentieri da noi, soprattutto se avremo una crocchetta come ricompensa.

Una volta dato il premio possiamo farlo tornare a giocare con i suoi amici per evitare che associ il nostro comando verbale al momento del ritorno a casa!

Nonostante il nostro impegno, può capitare che il cane non risponda subito al richiamo, come fare allora? Un modo è quello di allontanarci da lui e nasconderci senza perderlo mai di vista. Non vedendoci più, correrà a cercarci e una volta giunto da noi gli dimostreremo come sempre il nostro affetto senza mai sgridarlo.

7 Commenti
  • Dona Elisa
    Pubblicato il 20:54h, 17 Giugno Rispondi

    Grazie dei consigli, io ho un boxer di due anni e molto obbediente l unica cosa che non riesco ancora a fare è uscire a guinzagliò senza che lei tiri molto e quando incontra altri cani si agita tantissimo e incomincia

  • Simona
    Pubblicato il 07:09h, 17 Giugno Rispondi

    Grazie mille per i consigli, arcaplanet ha tutto x i nostri pet

  • Davide Stravalaci
    Pubblicato il 21:52h, 16 Giugno Rispondi

    Io uso da anni il guinzaglio estensibile mi trovo bene lo usato per tutti i miei levrieri bisogna fare molta attenzione nel adoperarlo e predeci la mano se no posso diventare pericolosi per noi è per il nostro pet.

  • STEFANIA
    Pubblicato il 15:15h, 16 Giugno Rispondi

    TUTTO GIUSTO E VERO, IO HO DUE CAGNOLINE PRESE DA UN CANILE UN ANNO FA’ , OGGI HANNO UN ANNO E MEZZO. MI SONO SCAPPATE DUE VOLTE PERCHE’ MI DICONO SONO FOBICHE E HANNO PAURA DI TUTTO E DI TUTTI. HO CONTATTATO DIVERSI EDUCATORI E COMPORTAMENTISTI MA INUTILMENTE. QUINDI HO ABBANDONATO QUESTA SOLUZIONE E HO DECISO DI ANDARE TUTTI I GIORNI ALL’AREA CANI DOVE SI PUO’ SOCIALIZZARE CON ESSERI UMANI E CANI. DOPO QUALCHE MESE STO OTTENENDO PICCOLI RISULTATI: DI POCO ABBAIO, DI AVVICINARSI PER UNA CAREZZA, UN RICHIAMO SONO SODDISFATTA, CON MOLTA PAZIENZA, DEDIZIONE E AMORE SI PUO’ OTTENERE UN ADDESTRAMENTO SICURO. SALUTI STEFANIA

  • Patrizia
    Pubblicato il 04:25h, 16 Giugno Rispondi

    Grazie mille dei suggerimenti

  • Zini Gabriella Marina
    Pubblicato il 23:29h, 15 Giugno Rispondi

    È il guinzaglio a pettorina che è il più usato ?

  • Massimo Locatelli
    Pubblicato il 21:51h, 15 Giugno Rispondi

    Ottime informazioni e un bel modo di approcciarsi al nostro peloso senza dover avere per forza atteggiamenti duri e repressivi trovo davvero molto importante questo atteggiamento e condivido in pieno. Grazie Giorgia e grazie Arcaplanet

Scrivi Commento