Come scegliere la spazzola giusta per il tuo pet

banner_blog_ce_benessere_spazzola_gatto

Come scegliere la spazzola giusta per il tuo pet

Spazzolare il proprio animale domestico è fondamentale per la sua salute e il suo benessere, soprattutto durante i periodi di muta.

Questa operazione deve essere necessariamente effettuata con un accessorio idoneo al tipo di pelo del proprio cane o gatto.

In questo articolo vediamo nello specifico qual è la spazzola ideale per cani e gatti, come usarla e perché è importante spazzolare il proprio animale domestico.

Perché è importante spazzolare il pelo di cani e gatti?

Spazzolare il cane o il gatto è un’operazione fondamentale per l’igiene del suo pelo e per il suo benessere fisico; infatti, passare la spazzola sul manto favorisce la riattivazione della circolazione.

Inoltre, elimina il cosiddetto “pelo morto” e previene la formazione di fastidiosi nodi che, soprattutto nel gatto, possono portare allo sviluppo dei pericolosi boli di pelo.

Spazzolare il proprio animale domestico, è anche un modo per verificare la presenza di zecche e pulci, e accertare il suo stato di salute, perché la perdita di troppo pelo può essere il sintomo di un disturbo più grave che è necessario approfondire.

In più, questa operazione può contribuire a rafforzare il rapporto tra cane e padrone, essendo vissuto dall’animale come un momento di coccole e vicinanza fisica.

Come scegliere la spazzola giusta

In commercio vi sono diverse tipologie di spazzole che si distinguono in base alle esigenze e caratteristiche dell’animale, se ad esempio ha un pelo lungo bisognerà ricorrere a una precisa tipologia mentre, per gli animali a pelo corto, è bene utilizzare un accessorio ad hoc.

Ecco le tipologie di spazzole per cani:

Spazzola a filo: ideale per cani dal pelo riccio, medio-lungo e soggetti a nodi. Questo accessorio è abbastanza intenso e caratterizzato da fili metallici duri. Durante la spazzolatura è importante fare attenzione per evitare di causare irritazioni.

Spazzola a setole: ideale per eliminare il “pelo vecchio”. Queste spazzole hanno setole morbide e si distinguono tra spazzole con setole distanti, ideali per cani a pelo lungo, e spazzole a setole strette per cani a pelo corto.

Cardatore: è una spazzola indicata per i cani a pelo lungo e con nodi. Questo accessorio è formato da piccoli filamenti metallici a forma di uncino. Esistono anche quelli autopulenti!

Guanto: morbido e delicato, è perfetto per fare una sorta di massaggio. Non elimina i nodi ma è indicato per quei cani che rifiutano di essere spazzolati.

Rastrello per sottopelo: questa spazzola ha denti molto stretti e vicini, che agiscono sul sottopelo e consentono di rimuovere il pelo in superficie ed evitare le pulci.

E i gatti? Di seguito le tipologie di spazzole per gatti reperibili in commercio:

Guanto: morbido e delicato, il guanto è in grado di eliminare il “pelo vecchio” in superficie. Favorisce il relax dell’animale perché svolge un’azione massaggiante.

Furminator: è un particolare pettine con setole in acciaio in grado di agire sul sottopelo. Questa spazzola è perfetta per i gatti a pelo lungo, perché è utile per eliminare il manto in superficie e ridurre la formazione di boli.

Cardatore: ideale per i gatti a pelo lungo, questo accessorio con setole in metallo contrasta la formazione di nodi eliminando il pelo in eccesso.

Pettine a denti stretti: ideale da usare per gatti dal pelo corto e medio, è in grado di rimuovere zecche e pulci.

Pettine a denti morbidi e larghi: delicato e morbido, questo accessorio è comodo da usare per spazzolare i gattini o i gatti a pelo corto.

Nessun Commenti

Scusa, i commenti sono chiusi.