SALDI ESTIVI: tutti gli accessori al 40%!

Blog Home / Consigli / Quanto deve mangiare un gattino: la guida completa

Quanto deve mangiare un gattino: la guida completa

quanto deve mangiare un gattino appena nato

L'arrivo di un piccolo pet in famiglia è sempre fonte di grande gioia! È un momento particolare, in cui è necessario prestare attenzione a diversi fattori, primo fra tutti l'alimentazione.

Se vuoi sapere tutto, ma proprio tutto, su quanto deve mangiare un gattino, non perderti i nostri consigli, per garantire al tuo micino un'alimentazione sana ed equilibrata e una vita felice!

Alimentazione del gattino di 1 mese: cosa dar da mangiare a un gattino appena nato

Talvolta può succedere che un gattino non riceva il latte materno: questo può capitare, ad esempio, se mamma gatta è malata o se per qualche motivo il piccolo pet è stato abbandonato. Cosa bisogna fare in queste situazioni?

Quanto resiste un gattino appena nato senza mangiare

Se la tua gatta non allatta il piccolo micio o se hai trovato un gattino senza mamma, ti consigliamo di recarti subito dal tuo Veterinario per ricevere il giusto supporto. Infatti, un micetto di pochi giorni solo o abbandonato non resisterebbe a lungo senza calore e senza nutrimento, e rischierebbe quindi la disidratazione.

Se vuoi saperne di più sui gattini senza mamma e su come prendertene cura al meglio, non perderti i nostri consigli!

In questa prima fase di vita, l'alimentazione dei piccoli mici si basa sul latte di mamma gatta. Se i gattini non possono bere il latte materno, ti consigliamo di intervenire usando il latte artificiale specifico per gattini.

Ricorda, però, di non somministrare latte vaccino, bensì il latte in polvere specifico per gattini, oppure il latte di capra, generalmente ben tollerato e digerito dai micini.

Quante volte deve mangiare un gattino di 1 mese

Nei primi giorni di vita è importante nutrire frequentemente il tuo piccolo pet con latte artificiale a temperatura ambiente.

Un gattino, inoltre, deve assumere circa il 30% del suo peso in ml di latte, distribuito tra le varie poppate nell’arco delle 24 ore. Un gattino appena nato pesa sui 100 grammi, per cui dovrà assumere circa 30 ml di latte al giorno.

Generalmente, la frequenza dei pasti varia a seconda delle fasi di vita del pet:

  • nelle prime 2 settimane di vita: 3/4 volte al giorno;
  • dalla 3° alla 4° settimana: 5/6 volte al giorno;
  • a partire dalla 4° settimana, invece, è possibile iniziare a introdurre il cibo solido, in modo graduale.

Come dar da mangiare a un gattino appena nato

Per allattare il tuo gattino appena nato è necessario un biberon per cuccioli, il quale deve essere sterilizzato prima e dopo ogni poppata: il micio, senza le difese immunitarie del colostro contenuto nel primo latte materno, è più esposto a possibili malattie.

Dopo ogni pasto, è importante aiutarlo a fare i bisogni: fino alla terza settimana, dopo ogni poppata, ti consigliamo di utilizzare un batuffolo imbevuto di acqua tiepida e stimolare l'area ano-genitale dal basso verso l'alto, fino a che il piccolo pet non si svuota.

Vuoi saperne di più sui gattini appena nati? Non perderti i nostri consigli!

L'alimentazione del gattino di 2 mesi

Un gattino di 2 mesi, invece, ha bisogno di una dieta proteica e ad alto valore energetico per irrobustire le ossa e rafforzare i muscoli. A partire dalla quarta settimana di vita, invece, è possibile iniziare a introdurre del cibo solido specifico per gattini.

In questa fase, il tuo piccolo pet può passare da un tipo di alimentazione esclusivamente liquida e basata sul latte a un'alimentazione semi-solida. Assicurati che il passaggio avvenga in modo graduale: ti consigliamo, inizialmente, di tritare il cibo e di diluirlo in acqua tiepida (oppure nel latte specifico per gattini) per abituare il piccolo alla nuova consistenza e ai nuovi sapori.

Quanto deve mangiare un gattino di 2 mesi

Ricorda che lo stomaco di un gattino di 2 mesi è sempre piccino. Per questo motivo, ti consigliamo di proporre al tuo piccolo pet dei piccoli spuntini circa 4/5 volte al giorno.

Alimentazione del gattino di 3 mesi

Quando il gattino ha 3 mesi è pronto per concludere lo svezzamento e ingerire esclusivamente cibo solido: in ogni caso, è sempre meglio confrontarsi prima con il tuo Veterinario per ricevere il giusto supporto sull’alimentazione più adatta al tuo piccolo pet.

In questa fase, infatti, il tuo micio è nel pieno della crescita e ha bisogno di tante energie e di tutti i nutrienti per un sano sviluppo: per questo motivo, scegli un cibo specifico per gattini di 3 mesi, ricco di proteine, vitamine e sali minerali e dalla consistenza adatta ai suoi dentini.

È molto importante selezionare per il tuo gattino crocchette e cibi umidi adatti alla sua età, in quanto le sue esigenze nutrizionali possono cambiare nelle varie fasi di crescita.

Per garantire una dieta bilanciata, ti consigliamo di alternare al cibo umido il cibo secco per fornire al micetto il giusto apporto di liquidi e nutrienti. Il gattino, infatti, non beve spesso: il cibo umido, contenente circa il 60% di acqua, può garantirgli l’assunzione della giusta quantità giornaliera di liquidi.
Inoltre, così facendo, puoi permettergli di sperimentare gusti e consistenze diverse, soddisfacendo la sua innata curiosità!

Quante volte deve mangiare un gattino di 3 mesi

Generalmente, un gattino di 3 mesi deve assumere 200 calorie al giorno circa, pari a 50 grammi di crocchette.

La frequenza dei pasti e la quantità di cibo variano in base al peso, alle abitudini del pet e al livello di attività fisica che solitamente svolge. Rispetto a un gatto adulto ha uno stomaco più piccolo, ma, allo stesso tempo, ha bisogno di molte energie per crescere al meglio ed esplorare il mondo che lo circonda.

Proponi al gattino, anche in questa fase, 4/5 spuntini al giorno, per poi ridurne la quantità a partire dai 3 mesi.

5 consigli per la corretta alimentazione del gattino

Un'adeguata nutrizione del gattino è fondamentale per garantirgli una sana crescita.
Ecco i nostri 5 consigli per una corretta alimentazione del tuo piccolo pet!

  1. Ti consigliamo di consultare sempre il tuo Veterinario per definire la dieta più giusta per il tuo piccolo micio: le dosi e il tipo di cibo cambiano in base alla fase di crescita e alle sue abitudini.
  2. È preferibile non lasciare la ciotola piena di cibo: è sempre molto importante non esagerare e seguire le dosi suggerite dal tuo Veterinario per preservare il tuo gattino dalle possibili malattie legate al sovrappeso. Se vuoi saperne di più sull'obesità negli animali domestici, leggi i nostri consigli.
  3. Proponi al tuo gattino una dieta combinata di cibo secco e di cibo umido per garantirgli il giusto apporto di nutrienti e liquidi. Per saperne di più sull'alimentazione mista, leggi i nostri consigli sui vantaggi del mix feeding.
  4. È sconsigliato dargli del cibo per cani: i gattini e i cuccioli, infatti, hanno bisogno di nutrienti diversi! Inoltre, ti consigliamo vivamente di non dare al tuo micetto, oltre al latte vaccino prima menzionato, anche uova crude, cioccolato, insaccati e alcuni tipi di frutta o verdure come uva, cavolo, avocado, patate crude e pomodori. Insomma, alimenta il tuo piccolo micio solo con cibo specifico per gattini!
  5. Infine, assicurati che ci sia sempre acqua fresca nella ciotola del tuo piccolo pet.

Se vuoi essere preparato al meglio all'arrivo del nuovo membro della famiglia, leggi i nostri consigli su cosa sapere quando arriva un gattino in casa.