HI DAY: tutti i prodotti della linea Hi scontati del 30%

Blog Casa / Consigli / L’importanza dell’igiene orale per il tuo pet

L’importanza dell’igiene orale per il tuo pet

Consigli sull'igiene orale per il tuo pet

Occuparsi dell’igiene orale del tuo pet può prevenire placca, tartaro e altri problemi dentali

Tartaro, gengivite e mal di denti sono disturbi che non avvertiamo solo noi, ma anche i pelosi. Cani e gatti possono soffrire di problemi dentali, con conseguenti dolori se la loro igiene orale viene trascurata.
Il tuo compito è quello di tenere sotto controllo la salute della bocca del pet con visite periodiche dal veterinario fin da quando compaiono i denti definitivi e imparare a riconoscere i sintomi in modo tale che il medico possa intervenire in tempo e scongiurare ogni possibile conseguenza negativa.
Capire quali sono le cause dei problemi dentali è un ottimo punto di partenza per comportarsi correttamente!

Le cause di una mancata igiene orale per il tuo Pet

A differenza di noi umani i quattro zampe non soffrono di carie perché non assumono la stessa quantità di zuccheri, inoltre hanno una dentatura fitta che impedisce il deposito di cibo tra i denti. Come noi, invece, molti dei problemi sono causati dalla placca. I batteri che la compongono con il passare del tempo si trasformano in tartaro che è causa di infiammazioni e altri fastidi.

Quali sono i sintomi da tenere d'occhio

Per scongiurare queste conseguenze, la prevenzione è fondamentale. Osservare il comportamento del tuo pet e l'interno della sua bocca è un ottimo modo per agire appena si presentano i primi problemi e rivolgerci subito al veterinario. Per capire quali sono i sintomi e riconoscerli, ecco i più comuni:

  • gengive arrossate: se noti arrossamenti e perdite di sangue dalle gengive c'è un’infiammazione;
  • denti incrostati: un dente sano appare bianco e pulito, se quelli dei nostri pet sono marroni vuol dire che c'è un'incrostazione di tartaro;
  • alitosi: la proliferazione dei batteri all'interno del cavo orale causa alito pesante;
  • eccessiva salivazione: se il peloso tende a salivare troppo, può voler dire che ha problemi dentali;
  • poco appetito: mangiare, mordicchiare e sgranocchiare può diventare difficile per il cane o il gatto con problemi ai denti, tanto da arrivare a rifiutare il cibo.

Conseguenze delle mancata igiene dentale: le patologie più diffuse

Una scarsa igiene orale, la mancanza di visite dal veterinario e la presenza del tartaro, possono portare a conseguenze gravi per i denti e in alcuni casi mettere a rischio anche la salute del pet. Le patologie più diffuse sono:

  • infiammazioni: con il passare del tempo possono diventare anche croniche;
  • periodontiti: possono causare la perdita precoce dei denti;
  • stomatite: è una delle dirette conseguenze del tartaro;
  • infezione batterica: in alcuni casi non si ferma solo alla bocca, ma può coinvolgere anche organi come cuore e fegato.

Come prendersi cura dell'igiene orale di cani e gatti

Una volta che si è formato il tartaro, è molto difficile rimuoverlo se non attraverso l'intervento del veterinario, quindi il tuo compito principale è occuparci della pulizia quotidiana dei denti. In che modo? Utilizzando spazzolini e dentifrici specifici per cani e gatti che devono avere determinate caratteristiche.

Quali sono le tipologie di spazzolino per pet?

In commercio esistono due tipologie di spazzolino:

  • spazzolino con manico: le setole morbide sono pensate per raggiungere gli angoli più difficili della bocca e dare una sensazione piacevole durante la pulizia dei denti. Il manico, invece, deve essere ergonomico per una presa più sicura;
  • spazzolino da dito: ideali per cani di piccola taglia e gatti, si infila come un ditale, il modello può avere sia setole morbide sia essere realizzato in tessuto. Quest’ultimo estremamente delicato sui denti e sulle gengive ha la stessa funzione di quello con le setole, ma è adatto ai pet che non amano la pulizia dei denti.

Dentifricio per cani e gatti

É importante utilizzare un dentifricio appositamente formulato per i cani e i gatti, in pasta, gel o sotto forma di spray, l’importante è non utilizzare mai quello che usiamo noi perché all’interno contiene il fluoro e lo xilitolo molto tossici per il pet. Inoltre, quando spazzoli i denti dei pelosi, ricordati di usare molta delicatezza. Puoi iniziare con piccole quantità di dentifricio così da farli abituare e poi concentrarti sui denti più esterni per passare subito dopo a quelli posteriori e alla lingua.

Non solo spazzolini o dentifrici: l'importanza degli snack dentali per gatti

Oltre allo spazzolino, per aiutare l’igiene orale si possono far sgranocchiare al gatto alcuni snack dentali funzionali. Disponibili diverse forme e dai gusti più appetitosi, gli snack riescono ad arrivare negli angoli più difficili della bocca e mantenerla pulita. La linea Perfect ad esempio, ne propone 3 varianti, a forma di bastoncino o chips, che grazie ai loro principi attivi svolgono un'azione enzimatica, antiplacca, e meccanica sui denti dell'animale domestico.

In aggiunta, per una prevenzione completa e accurata possiamo utilizzare i supplementi alimentari in polvere adatti sia a Micio che a Fido:

Con questi piccoli accorgimenti e la consulenza del Veterinario, il tuo pet avrà denti sani e forti!