Più acquisti, meno spendi: scopri la promo!

Blog Casa / Consigli / Il Gatto Siamese: carattere, cura e alimentazione

Il Gatto Siamese: carattere, cura e alimentazione

Cosa sapere sul Gatto Siamese

Il gatto siamese è una razza felina a pelo corto, sofisticata ed elegante. Prende il nome dalla regione del Siam (attuale Thailandia), di cui è originaria.

Le curiosità su questo felino dalla bellezza misteriosa sono tantissime. Ad esempio, sai che i gatti siamesi sono una tra le più antiche razze di gatti domestici al mondo? O che la colorazione del loro mantello è determinata, oltre che dalla genetica, dalla temperatura dell'ambiente circostante?

Ecco tutto quello che c'è da sapere su carattere, storia, aspetto, cura e alimentazione del gatto siamese, il felino dalla bellezza misteriosa.

Gatto siamese: carattere e personalità

Il gatto siamese è un pet dal carattere meraviglioso e affabile che la rende una delle razze di gatti più amata.

Affettuoso con la famiglia, è un gatto dinamico, allegro e che ama stare in compagnia.

Sviluppa un attaccamento molto forte nei confronti del suo Pet parent, con il quale vuole condividere ogni momento, che sia di gioco o di relax. Al gatto siamese piace essere la tua ombra, seguendoti in giro e supervisionando ogni tua mossa!

Ama giocare, quindi fai scorta di giocattoli attivi per far divertire il tuo gattino. Stimola sia la sua mente con giochi d'intelligenza e puzzle per gatti, sia il suo fisico con alberi tiragraffi su cui arrampicarsi.

Molti lo considerano un gatto simile al cane, pronto a imparare comandi e addirittura essere portato fuori al guinzaglio. Se hai un gatto siamese e vuoi portarlo a spasso, dai uno sguardo ai prodotti di guinzaglieria per gatti.

Storia del gatto siamese: le origini del gatto reale del Siam

Il sofisticato look del gatto siamese (o gatto thai) è conosciuto da secoli in Thailandia (ex Siam), dove gatti dal manto chiaro con orecchie, zampe e coda nere hanno abitato palazzi e templi sin dal XIV secolo. Sono quindi una delle razze più antiche al mondo!

Questo bellissimo gatto ha fatto il suo debutto in Occidente nell'Inghilterra vittoriana; i primi gatti siamesi in Europa furono un dono del re del Siam al consolato generale inglese a Bangkok alla fine del 1800, motivo per cui venne considerato come il gatto reale del Siam.

All'inizio del 1900, i gatti siamesi furono importati in Nord America da Gran Bretagna, Francia e Giappone. I siamesi rimasero piuttosto rari fino a dopo la Seconda guerra mondiale, quando divennero rapidamente una delle razze più popolari al mondo.

I gatti siamesi hanno raggiunto una fama tale da comparire più volte sotto i "riflettori", apparendo in film per tutta la famiglia come "L'incredibile viaggio", "Gli Aristogatti" e "Lilli e il vagabondo".

Oggi il siamese è una delle razze di gatti più popolari ed è riconosciuta dalla Cat Fanciers Association.

Gatto siamese: aspetto, dimensioni e caratteristiche fisiche

Il gatto siamese ha alcuni tratti orientali, a cominciare dal taglio a mandorla dei suoi occhi blu. È una razza di gatto di taglia media: la femmina può arrivare a pesare al massimo 4 kg, mentre il maschio fino a 5 kg.

I gatti siamesi sono pet slanciati, dal corpo snello ma muscoloso. Zampe e coda sono lunghe e sottili, la testa ha una forma triangolare.

Il suo pelo non è lungo ed è privo di sottopelo, e quindi più incline a soffrire il freddo. Vuoi sapere come proteggere Micio dal freddo? Leggi i nostri consigli su come proteggere i gatti in inverno.

Come abbiamo detto, i mantelli dei gatti siamesi possono essere di un'incredibile gamma di colori: sebbene molti gatti siamesi siano di colore grigio argento con gli occhi azzurri, i manti di questi graziosi esemplari di gatto possono anche essere arancioni, marroni, crema e persino blu o lilla.

Aspettativa di vita del gatto siamese

Quanti anni vive un siamese?

È un gatto estremamente longevo: la durata media della vita di un esemplare di questa razza è compresa tra i 15 e i 20 anni.

Alimentazione del gatto siamese

L’alimentazione e la dieta sono basilari nei siamesi: questi felini non devono assolutamente ingrassare e perdere la loro caratteristica linea sinuosa ed elegante.

In primo luogo, occorre precisare che lo stomaco di questo micio è piuttosto delicato e facilmente irritabile. Per questo è fondamentale selezionare cibi leggeri e digeribili.

Per quanto riguarda il tipo di alimentazione da somministrare a questa razza, sarebbe preferibile variare tra umido e secco. Leggi in questo articolo l’importanza e i vantaggi dell’alimentazione mista.

In generale, nella dieta del gatto Siamese non possono mancare: proteine animali e vegetali, grassi, sali minerali, vitamine, carboidrati e acqua. I cibi a base di tacchino, salmone e nasello sono tra i loro preferiti!

Se vuoi saperne di più, leggi i nostri consigli su quanto deve mangiare un gatto.

Età del gatto siamese: l’alimentazione corretta nelle diverse fasi di vita

L’alimentazione deve variare in base all'età del gatto siamese.

Durante la fase di gattino, consigliamo alimenti ricchi di proteine ​​e grassi per garantire una crescita sana al tuo piccolo siamese. Inoltre, assicurati che il cibo abbia una buona quantità di vitamine e calcio. Scegli tra i migliori cibo per gattini e non sbaglierai!

Durante la fase adulta dei gatti siamesi, dovrebbe essere fornita loro una dieta corretta ed equilibrata, composta per il 40% di grassi e il 25% di proteine. Inoltre, non possono mancare anche vitamine, Omega 3, Omega 6 e fibre.

Per i gatti sterilizzati, sono disponibili vari tipi di alimenti, che aiutano a prevenire l’obesità e mantenere il tuo siamese snello e in forma. Essendo la sterilizzazione una pratica molto comune (e a volte obbligatoria) per i gatti di razza siamese, il miglior cibo per gatti sterilizzati è quello che fa per te! Se vuoi saperne di più, leggi i nostri consigli sul gatto sterilizzato.

Durante la loro fase anziana, le loro esigenze alimentari mutano, data la minore frequenza di attività fisica. Per il tuo gatto siamese sterilizzato anziano scegli il cibo secco Hill's Science Plan Sterilised Mature, ideale per la sua formula unica e specifica.

Quale è il miglior cibo per un gatto siamese

Per quanto riguarda il cibo secco, la testa e la mascella triangolari del siamese gli consentono d'ingoiare le crocchette intere, piuttosto che masticarle.

Poiché il cibo secco aiuta a mantenere i denti puliti e a ridurre l'accumulo di placca e tartaro, è importante selezionare cibo per gatti di dimensioni e forma che lo stimolino a masticare prima di deglutire.

Per questo Royal Canin ha creato delle crocchette su misura per il tuo amico siamese: Royal Canin Siamese, sono croccantini che il tuo gatto masticherà con gusto, per la sua felicità e salute dentale.

Il cibo umido è ricco d'acqua, per aiutare a mantenere il tuo gatto completamente idratato. È anche piuttosto gustoso, il che lo rende un'ottima scelta per accompagnarlo ai croccantini. Scegli tra i migliori cibi umidi per gatti e Micio ne andrà ghiotto!

Se vuoi optare per un'alimentazione mista per il tuo felino, leggi i nostri consigli sul mixfeeding.

Gatto siamese con sensibilità digestiva: l’alimentazione corretta

Inoltre, i gatti siamesi hanno un delicato sistema digestivo. Avendo uno stomaco sensibile, la dieta da seguire dovrebbe essere facilmente digeribile.

Ecco i migliori prodotti per il tuo gatto siamese e per la sua sensibilità digestiva:

Cura del gatto siamese: pelo, unghie e denti

Puoi mantenere in salute il suo pelo corto e fine con una spazzolatura settimanale e utilizzando un pettine in acciaio inossidabile. Utilizza anche un guanto toglipelo per rendere il suo pelo splendente!

Taglia le sue unghie secondo necessità, di solito ogni 10-14 giorni, utilizzando un apposito tagliaunghie per animali, per non correre il rischio di fargli male.

Infine, i gatti siamesi possono essere inclini a problemi dentali come la parodontite; lava i suoi denti a casa quotidianamente con un dentifricio per animali domestici e ricorda di rivolgerti periodicamente al Medico Veterinario per garantire al tuo pet regolari pulizie dentali veterinarie.