HI DAY: tutti i prodotti della linea Hi scontati del 30%

Blog Casa / Consigli / I cibi da evitare per il cane: quali sono e cosa comportano

I cibi da evitare per il cane: quali sono e cosa comportano

Quali sono i cibi da evitare per il cane

Quando si parla di Natale la prima cosa a cui si pensa è la condivisione, non solo dei regali ma anche del cibo. Durante le feste si trascorrono tante ore a tavola con i propri cari e ormai gli amici a quattro zampe fanno parte della famiglia a tutti gli effetti.

Può essere naturale pensare di farli “partecipare” a pranzi e cene allungando il cibo che hai preparato sotto la tavola per far contento Fido. Non c’è Natale senza avanzi e immancabilmente viene voglia di darli ai pelosi per evitare di sprecarli. In entrambi i casi si sta commettendo un errore imperdonabile perché si crede, sbagliando, che quello che mangiamo abitualmente faccia bene anche al cane. In realtà il tuo amico a 4 zampe potrebbe andare incontro a intossicazioni alimentari che rischiano di compromettere la sua salute.

Affrontare serenamente il Natale è più semplice di quello che si pensa, l’importante è conoscere i cibi da evitare per il cane e fare attenzione a non darglieli. Questo vale non solo per il periodo natalizio, ma anche per tutto l’anno. Prima di tutto bisogna conoscere i sintomi causati dall’intossicazione per agire prontamente.

Intossicazione alimentare nel cane: quali sono i sintomi

I sintomi di un’intossicazione alimentare non sono sempre gli stessi, molto dipende dal tipo di cibo ingerito, ma anche dalla stazza del cane. Ad esempio, nelle razze di piccola taglia i sintomi si presentano in poco tempo rispetto a quelli più grandi. In generale compaiono dopo circa mezz’ora dal pasto, anche se in alcuni casi potrebbero volerci circa due ore.

Nel momento in cui il cane ha un’intossicazione potrebbe avere nausea, tremori e un insolito affaticamento. Uno dei sintomi più comuni è anche la diarrea, accanto a questi ci sono quelli più preoccupanti come crampi addominali, svenimento, emorragie e crisi epilettiche.

L’importante è fare attenzione ai comportamenti del cane e al primo segnale sospetto contattare il Veterinario.

Quali cibi evitare per il cane

Per mettere al primo posto la salute del pet è importante conoscere i cibi da cui stare alla larga. Ecco una lista di cibi dolci e salati da evitare per il tuo cane.

Cibi dolci da non dare al cane

  • Cioccolato e cacao

Il cioccolato, uno degli alimenti più amati dagli uomini, può essere particolarmente pericoloso per Fido: durante il periodo delle feste meglio non lasciare cioccolatini a portata di “zampa”. Infatti, bastano 25 grammi di cioccolato per avvelenare un cane di 20 kg. Questo avviene perché all’interno dell’alimento c’è la teobromina che non viene metabolizzata dal pet.

  • Xilitolo

Presente in molti alimenti come gomme, caramelle o torte, è un dolcificante artificiale. Se ingerito dal peloso, rilascia insulina e conseguente ipoglicemia (un abbassamento dei livelli di zucchero nel sangue), quindi anche una piccola quantità può risultare nociva. Lo xilitolo può causare letargia, vomito, convulsioni e perdita di coordinazione.

  • Zucchero

Lo zucchero è alla base di biscotti, dolci e merendine e in generale anche dagli uomini deve essere assunto con moderazione. Per i cani, invece, non va proprio preso in considerazione perché potrebbe provocare malattie come il diabete. Nel caso il tuo cane abbia problemi di diabete, è necessario nutrirlo con alimenti specifici. Esistono diete veterinarie appositamente studiate per questo scopo, come Hill's Prescription Diet W/D Diabetes Care per cane.

  • Uva e uvetta

Molti dei dolci natalizi come il panettone, uno dei simboli di questo periodo, hanno al loro interno l’immancabile uvetta. Questo alimento così come l’uva in generale sono tossici per Fido: i semi presenti nel frutto sono velenosi mentre per quel che riguarda l’uvetta ancora non è chiaro perché sia dannosa per il quattro zampe. Ad esempio nei cani più sensibili può generare una malattia renale acuta.

Cibi salati da non dare al cane

  • Cipolla, aglio ed erba cipollina

Questi tre ingredienti quasi onnipresenti nella cucina italiana, in alcuni casi sono difficili da digerire per gli uomini e non sono assimilabili dai cani. Questi, infatti, non hanno gli enzimi per assorbirli, quindi è importante non dare ai pelosi gli avanzi di cibo che contengono la cipolla o aglio perché sono in grado di danneggiare i globuli rossi dei cani. Inoltre, possono provocare vomito, diarrea e urine di colore scuro.

  • Sale e snack salati

Gli snack sono gustosi e sono perfetti per uno spuntino che di sicuro ingolosisce i pelosi. Anche se il loro musetto può intenerire, è importante non cedere con questi prodotti o con altri cibi salati perché un’assunzione eccessiva di sale potrebbe avere come conseguenza attacchi epilettici soprattutto se i pet soffrono di malattie cardiocircolatorie. Se vuoi saperne di più, leggi i nostri consigli sulle patologie cardiache di cani e gatti.

  • Insaccati

Gli insaccati hanno notoriamente una grande quantità di sale al loro interno, ma non è solo questo il motivo per cui non devono essere dati ai quattro zampe. Al loro interno c’è anche un’alta percentuale di grasso che potrebbe farli sentire male.

  • Pomodori e melanzane

Questi alimenti sono accomunati dalla presenza della solanina, impossibile da digerire per il cane. La sostanza è presente in grande quantità in queste verdure soprattutto se sono crude. Una volta cotte, la solanina diminuisce e in alcuni casi potrebbe scomparire, ma è sempre meglio evitare di dare questi cibi ai pet perché potrebbero causare problemi all’apparato digerente, tachicardia, tremori e affanno.

  • Fave

Le fave sono legumi apparentemente innocui, ma che in realtà sono molto pericolosi per il cane fino a diventare letali quando vengono ingeriti in grande quantità.

Altri cibi da evitare per il cane

  • Latte e derivati

Il latte bovino può essere poco tollerato dal cane, così come tutti i suoi derivati, per questo è meglio evitare di fargli mangiare questo tipo di alimenti.

  • Avocado

L’avocado ha al suo interno una tossina fungicida, la persina, che può rivelarsi tossica per il cane. Tra i sintomi più comuni ci sono il mal di pancia, problemi renali e nei casi estremi anche danni all’apparato scheletrico.

  • Noci e noci di macadamia

Le noci, le noci di macadamia e la frutta secca in generale sono presenti in numerosi snack, ma sono altamente pericolosi per i cani. Anche 4-5 noci per un pet di 10 kg possono avere delle conseguenze negative. Il cane infatti non ha gli enzimi necessari per assimilarle e per questo ci possono essere problemi all’intestino come crampi, dolori e problemi renali, ma anche debolezza, depressione, vomito, febbre e problemi neurologici.

  • Semi e noccioli

I semi come quelli di anguria, mela o quelli presenti nella frutta, se ingoiati, possono causare ostruzioni intestinali, crampi e problemi renali, tutti sintomi che il cane non riesce a gestire facilmente.

  • Lievito

Il lievito presente in molti cibi causa nell’apparato digerente del cane la produzione di gas che può causargli forti dolori e nei casi estremi la possibile rottura dello stomaco e dell’intestino. Il lievito, inoltre, potrebbe rilasciare una grande quantità di etanolo che, in misura eccessiva, può causare avvelenamento da alcool.

  • Uova

Le uova contengono all’interno la biotina che è responsabile della crescita del pelo, ma l’albume, nella versione cruda ha una proteina che annulla i suoi effetti. Inoltre, come per gli uomini, anche per i cani il rischio salmonella è alto.

  • Alcool

L’alcool può provocare vomito, diarrea, problemi al sistema nervoso e difficoltà respiratorie poichè i pet non possiedono gli enzimi necessari a metabolizzarlo.

  • Caffè

La caffeina può essere tossica perché stimola il sistema nervoso e provoca iperattività, battito cardiaco accelerato e respiro affannoso. Se il cane la assume in dosi eccessive, potrebbe avere un aumento della pressione sanguigna e in alcuni casi si rischiano lo svenimento e il coma.

  • Ossa di piccole dimensioni e lische di pesce

Le ossa di coniglio o pollo sono molto fragili e come le lische di pesce che sono molto piccole, possono causare soffocamento, ferite le gengive o generare danni allo stomaco.

Una valida alternativa che può soddisfare il bisogno naturale di Fido di rosicchiare ossi sono gli snack per cani: esistono appositi ossi per amici a quattro zampe che sono totalmente sicuri e gustosi. Assicurati di dare a Fido un osso delle dimensioni adeguate alla sua taglia che non sia né troppo piccolo, né troppo grosso. Insomma, per non correre rischi inutili offri al tuo fedele amico a 4 zampe un osso da masticare per cani e andrai sul sicuro!

Se vuoi saperne di più, leggi i nostri consigli sugli snack per cani.

Per saperne di più sui cibi da evitare per il cane, segui i consigli della Pet specialist e del Medico Veterinario

Quali alimenti scegliere per il tuo cane

Alla luce di quanto visto, il consiglio generale è quello di non nutrire il tuo cane con cibi destinati a noi umani, ma solo con appositi alimenti studiati su misura per la dieta del tuo pet.

Cibo secco, cibo umido e snack per cani sono soluzioni create dagli esperti di alimentazione canina e appositamente studiate per la salute e il benessere del tuo amico a quattro zampe.

I brand esclusivi Arcaplanet offrono alimenti completi per cani di tutte le età con ingredienti sani e bilanciati. Puoi scegliere tra una vastissima gamma di prodotti:

Crocchette per cani

Cibo umido per cani

Snack per cani

Vuoi fare scorta di cibo per il tuo animale domestico? Approfitta del Volantino Arcaplanet Speciale Natale, con tantissime offerte valide fino al 26 dicembre!