Spedizione gratuita per ordini superiori a 69€

Blog Home / Consigli / Gatto sterilizzato: salute e benessere

Gatto sterilizzato: salute e benessere

Quando i gatti hanno fame sanno perfettamente come chiedere il cibo: ce lo fanno capire con i loro occhioni e facendoci le fusa. Questo desiderio aumenta quando vengono sterilizzati.
La sterilizzazione, infatti, influisce sull’equilibrio ormonale e sul loro consumo d’energia che diminuisce, dunque l’organismo tende ad assimilare di più e a consumare di meno. Con una minore massa magra, il gatto sterilizzato tende ad ingrassare complice anche la poca voglia di fare movimento.
Per evitare che il felino abbia problemi di peso e quindi di salute bisogna porre particolare attenzione alla sua alimentazione e soprattutto alle sue abitudini. Grazie ai consigli del veterinario il gatto sterilizzato potrà mangiare in maniera sana e ritrovare il suo benessere.

L'alimentazione del gatto sterilizzato: tipologia e dosi

Stabilire quanto può mangiare un gatto sterilizzato non è semplice perché dipende in buona parte da quanto è attivo o meno. Se ad esempio il felino è abituato a correre, giocare o arrampicarsi, avrà bisogno di un maggiore apporto energetico rispetto ad un gatto che dorme parecchie ore e tende a muoversi poco.

In ogni caso quando ci si rivolge ad un veterinario sarà proprio lui a consigliare quante calorie dovrà assumere giornalmente il gatto sterilizzato e a creare un piano alimentare ad hoc che contenga cibo umido o crocchette indispensabili per il suo benessere. Il micio non può fare a meno di proteine, fibre e grassi, ognuno per un motivo preciso.

Proteine

Il gatto è un animale carnivoro, quindi le proteine sono fondamentali nella sua alimentazione, sia quelle della carne che quelle del pesce e questo vale ancora di più quando è sterilizzato. Infatti, quando ne assume troppo poche potrebbe perdere massa muscolare e pochissimi grassi.

Fibre

Come le proteine anche le fibre non possono mancare nell’alimentazione di un gatto sterilizzato, perché fanno assorbire meno grassi all’intestino. Inoltre, diluiscono le calorie del cibo mangiato. Le fibre fanno sentire sazi più velocemente e per un gatto sterilizzato che ha sempre fame sono l’ideale, perché non gli faranno sentire di continuo il bisogno di mangiare.

Grassi

I grassi sono una delle principali fonti di energia del gatto, quindi non ne possono fare a meno. Nel caso di felini sterilizzati, però, la quantità deve essere ridotta perché la calorie da bruciare sono minori.

L’importanza dell’acqua

Un gatto sterilizzato è un gatto che dorme di più e quindi può anche dimenticarsi di bere. L’acqua però è importante per il suo organismo e il micio dovrebbe avere sempre a disposizione una ciotola con acqua fresca e pulita per stimolarlo a bere frequentemente.

Esercizio fisico per mantenere in forma il gatto sterilizzato

Se l’alimentazione ricopre un ruolo fondamentale, l’attività fisica non è da meno e rientra fra le attenzioni da riservare a un gatto sterilizzato per il suo benessere. Ad esempio, il gioco è uno strumento utile per farlo muovere e divertire. Rispetto ad un micio di pochi mesi, che è più propenso a correre e arrampicarsi, un gatto adulto ha bisogno di più stimoli quindi è possibile farlo giocare più volte al giorno per pochi minuti. In questo modo non solo sarà in forma, ma non penserà continuamente al cibo.

Le attività che lo fanno divertire e rimanere in salute sono:

  • inseguimento: il gatto è agile per natura e non vede l’ora di rincorrere ombre e oggetti. Per stimolarlo si possono quindi usare giochi dotati di corde come le canne da pesca, utili per interagire con lui. Infatti, il gatto ama condividere il gioco e non aspetta altro che saltare e inseguire una corda mossa dal padrone;
  • caccia: l’istinto del gatto è quello del cacciatore e deve essere stimolato con regolarità. Per unire divertimento e attività fisica le palline o le piume sono i giochi ideali: queste rimbalzano, si muovono e gli ricordano una preda pronta ad essere catturata;
  • attivazione mentale: stimolare l’olfatto, la vista e soprattutto la curiosità sono modi infallibili per mantenere in forma il felino e i giochi di attivazione mentale sono uno strumento utile. I kong per gatti, ad esempio permettono di nascondere all’interno il cibo e il peloso dovrà fare ricorso a tutti i suoi sensi per conquistare l’ambito premio;
  • agility: creare un percorso con vari giochi è un’ottima idea per mantenere il gatto in forma: tiragraffi per farlo arrampicare, tunnel per giocare a nascondino o peluche da cacciare faranno fare al micio esercizio fisico in modo divertente e senza rendersene conto.