Spedizione gratuita su tutti gli ordini

Blog Home / Consigli / Come pulire le orecchie di cani e gatti

Come pulire le orecchie di cani e gatti

Le orecchie del cane e quello del gatto sono estremamente sviluppati rispetto a quello degli uomini: servono loro per orientarsi e difendersi. Allo stesso tempo, però, si tratta di una zona particolarmente delicata: l’accumulo di cerume, polveri, ma anche la  proliferazione di batteri, funghi e parassiti, possono mettere in grave pericolo l’apparato uditivo del pet.

La pulizia delle orecchie di cani e gatti proprio per questo deve diventare un’abitudine importante per proteggere il peloso e metterlo al riparo da spiacevoli fastidi che ne compromettono il benessere.

Le orecchie di cani e gatti

Le orecchie dei cani e dei gatti ha una struttura molto simile a quella degli uomini, infatti è diviso in tre parti: esterna con una conformazione a L, ed è composto da padiglione auricolare, dal canale uditivo e dai follicoli piliferi; media, formata dal timpano; interna, avente il compito di percepire i suoni e di garantire l’equilibrio.

A differenza dell’uomo i pelosi però hanno un udito più sviluppato. Mentre il gatto riesce a percepire i suoni con una frequenza di 100.000 Hz, il cane li percepisce con una frequenza di 40.000 Hz: in entrambi i casi sono in grado di captare gli ultrasuoni non udibili all’orecchio umano. Per questo prendersi cura dell’igiene delle orecchie è importante e deve essere effettuata in modo corretto, con i prodotti giusti e con il consiglio del veterinario per evitare di mettere in pericolo la loro salute.

L'importanza della pulizia delle orecchie del cane

Le orecchie del cane sono molto sensibili alle infezioni causate da batteri e parassiti: la pulizia non deve essere tralasciata onde evitare otiti o infiammazioni. Inoltre, per Labrador, Bassotti e tutte quelle razze con le orecchie cadenti, questa cura diventa particolarmente importante perché la particolare conformazione li espone a rischi maggiori.

Occuparsi regolarmente della pulizia delle orecchie deve diventare un’abitudine da eseguire in linea generale una volta al mese. Molto dipende dalla razza e dallo stile di vita del pet: se trascorre molte ore all’esterno e si rotola nel prato è meglio pulire le orecchie più frequentemente.

Come pulire le orecchie del cane

Prima di iniziare la pulizia delle orecchie è importante ispezionare l’apparato uditivo di Fido, per controllare se ci sono lesioni, parassiti, graffi, secrezioni o corpi esterni come spighe o foracchi. In questo caso è fondamentale contattare il veterinario e far visitare il pet dall’esperto.

Se le orecchie si presentano sane e con la parte interna rosata, allora è possibile procedere con la pulizia. L’importante è non usare i bastoncini di cotone: oltre a rendere più duro il cerume potrebbero danneggiare l’apparato uditivo, ma sarebbe meglio utilizzare una garza sterile.

Inoltre, si deve evitare l’utilizzo dell’acqua perché potrebbe entrare nel condotto e creare infezioni. Meglio ricorrere a soluzioni ideate per la pulizia delle orecchie del cane, tra queste, è preferibile utilizzare prodotti con ingredienti naturali come Perfect Detergente orecchie, una lozione contenente Aloe Vera bio, Tea Tree bio e Olio di Neem.

Dopo aver accertato di essere muniti degli strumenti necessari e scelta una posizione comoda e rilassante per il cane, si deve tamponare l’interno dell’orecchio con una garza sterile avvolta intorno al dito e inumidita con la lozione detergente.

Senza tirare troppo l’orecchio, bisogna eseguire movimenti delicati dall’interno verso l’esterno per eliminare lo sporco e il cerume che si annida anche nelle pieghe. Bisogna ripetere l’operazione fino a quando la garza non esce dall’orecchio pulita. L’importante è non andare troppo in profondità perché si potrebbero causare danni importanti. A questo punto con una garza pulita non resta che asciugare l’orecchio e il pelo di Fido.

L'importanza della pulizia delle orecchie del gatto

Il gatto è un animale indipendente che effettua in autonomia le operazioni di tolettatura, ma ci sono delle zone del corpo difficili da raggiungere, come le orecchie. È proprio in situazioni come questa che ha bisogno di un aiuto in più.

Il benessere del gatto deve essere messo sempre al primo posto. Prima di iniziare con la pulizia bisogna assicurarsi che le orecchie siano sane, senza corpi estranei o secrezioni: sono tutti chiari segnali di un’infezione batterica che può essere curata solamente con l’intervento del veterinario.

Come pulire le orecchie del gatto

Pulire le orecchie del gatto è importante ma non deve essere vissuta negativamente da micio. Il momento ideale per effettuarla è quando è più a suo agio, ad esempio dopo un po’ di coccole.

Se inizia ad agitarsi bisogna interrompere le operazioni di pulizia e riprenderle quando si tranquillizza.

Anche per il gatto l’uso del bastoncino di cotone e dell’acqua devono essere sostituiti da una garza sterile e un detergente specifico. I prodotti a base naturale sono i più indicati e Perfect Detergente orecchie con la sua formulazione a base di Aloe Vera bio, Tea Tree bio e Olio di Neem, permette di avere una pulizia approfondita rispettando la salute di Micio.

Quando il gatto è tranquillo e rilassato, con la garza avvolta intorno al dito e imbevuta della soluzione detergente si può procedere con la pulizia iniziando dalla parte esterna.

Delicatamente si deve passare al padiglione auricolare eseguendo movimenti che vanno dall’interno verso l’esterno per rimuovere tutto lo sporco e il cerume. Per eliminare ogni residuo è bene effettuare l’operazione più volte fino a quando la garza risulterà pulita.

Per saperne di più, segui i consigli dei Pet specialist e del Medico Veterinario