5€ extra sconto spesa minima 50€ - codice coupon FIVE

Blog Home / Consigli / Arriva un gattino in casa: cosa sapere?

Arriva un gattino in casa: cosa sapere?

arriva un gattino in casa: cosa sapere?

L’arrivo in casa di un gattino in casa è un momento davvero emozionante, sia per te sia per il nuovo pet che dovrà abituarsi a nuovi odori e all'ambiente circostante.

L’adozione, soprattutto durante il periodo estivo, è un gesto di grande amore e solidarietà nei confronti di questi animali meno fortunati che, soprattutto durante la bella stagione, vengono abbandonati per strada oppure nei rifugi.

Ma come comportarsi e cosa sapere quando arriva in casa un gattino? Ecco i consigli principali per far sentire il nuovo arrivato accolto e a proprio agio.

Come accogliere il gattino in casa

Quando è il momento di dare il benvenuto al tuo nuovo pet, la prima cosa da fare è preparare e organizzare la casa ad accogliere il gattino, in modo che possa sentirsi a proprio agio e non stressarsi.

Come accogliere il nuovo arrivato e rendere l'appartamento a prova di gattino?

Per rendere l'appartamento a prova di gattino, ecco cosa fare:

  • acquista nuove ciotole per il cibo e per l’acqua, che sia sempre fresca e a disposizione soprattutto in estate
  • posiziona la sua cuccia in un punto accogliente della casa e di facile accesso
  • compra una lettiera e disponi anche questa in modo che il pet possa accedervi liberamente
  • procurati un tiragraffi con cui il gatto si divertirà a limare le zampette, senza fare danni alla tappezzeria e ai mobili
  • organizza tutto l’occorrente per la toelettatura, compresa una spazzola specifica per il suo pelo in modo da evitare la formazione dei boli
  • spruzza nei vari ambienti dei feromoni in modo che il felino possa sentirsi a proprio agio nello scoprire il nuovo territorio
  • crea un ambiente sicuro per il pet eliminando tutti gli oggetti fragili e pericolosi per la sua incolumità
  • acquista dei giochi per gatti in modo da farlo divertire e fare attività
  • scegli un trasportino adeguato in caso di viaggi o spostamenti
  • scegli un veterinario, e ricordati di sottoporre il pet a visite periodiche, vaccinazioni e trattamenti antiparassitari.

Il primo giorno in casa con un gattino: cosa fare?

Oltre a preparare la casa ad accogliere il felino, il primo giorno con il nuovo amico a 4 zampe ti consigliamo di dedicargli più tempo possibile in modo che possa familiarizzare con te e il nuovo ambiente.

Se si tratta di un gatto orfano, magari recuperato in strada, ti consigliamo di riscaldarlo e asciugarlo, se bagnato, aiutandoti con un asciugamano morbido da tamponare sul manto con molta delicatezza.

Successivamente, è bene rivolgersi a un veterinario in modo da valutare le sue condizioni di salute.

Per quanto riguarda la sua alimentazione, un gattino ha bisogno del latte formulato specifico per pet facilmente reperibile in commercio; sono altamente sconsigliati, invece, sia il latte vaccino sia il latte di capra che normalmente si trovano sulle nostre tavole. Se si tratta di un gattino di pochi giorni o settimane, il consiglio è di nutrirlo con un biberon, da posizionare inclinato a 45 gradi in modo da ridurre il rischio di ingoiare aria insieme al latte. Se il pet mostra problemi con la tettarella del biberon, si può utilizzare una siringa o ancora un contagocce.

Un consiglio utile per i primi giorni è lasciare aperte le porte delle varie stanze, in modo che il pet possa conoscere ed esplorare tutti gli ambienti in modo tranquillo e sereno; un altro consiglio è di evitare rumori molesti e improvvisi, che possono spaventarlo e stressarlo.

Anche il gioco è un ottimo modo per socializzare con il nuovo arrivato e instaurare un legame solido; quindi, fai in modo che al suo arrivo possa trovare alcuni accessori per giocare insieme, farlo divertire, stimolarlo e renderlo attivo. In commercio è possibile scegliere tra giochi per stimolare l'istinto cacciatore del gatto, giochi di intelligenza per spronare la sua astuzia, oppure i divertenti tunnel per nascondersi, scrutare e fare agguati.

Segui i consigli dei Pet specialist e del Medico Veterinario